La Mission

Impegno e responsabilità sono alla base della progettualità e del lavoro della nostra Cooperativa, insieme ai valori dell'imprenditoria sociale, del mutualismo e della solidarietà, proponendo la propria attività come uno strumento di crescita individuale e di costruzione dell'identità.

LA VISIONE
Nella visione maturata in 25 anni di storia, la Cooperativa La Rondine persegue l'interesse generale della Comunità traducendo gli ideali e i valori che ne fondano l'identità in azioni di "cura". L'azione di cura viene qui intesa nel senso più lato e alto del termine, quello che permette di coniugare professionalità e condivisione di un progetto complessivo, che risponde alla mission perseguita e realizzata nel proprio agire quotidiano.
L'azione di cura è rivolta a due settori: la persona anziana e la persona con disabilità.

La persona, pertanto, diventa il valore primo da cui discendono altri principi a cui la Cooperativa conforma la propria identità.

LA MISSION
I valori che ispirano la quotidiana realizzazione di interventi socio-sanitari rappresentano le radici dell'identità della Cooperativa La Rondine che, nonostante lo sviluppo e le dimensioni raggiunte, non dimentica i presupposti che ne hanno determinato i primi passi, ossia la necessità di rispondere al bisogno del territorio, soprattutto in riferimento alla popolazione anziana.

Partendo dal Codice Etico della Cooperazione Sociale, assunto come riferimento e sulla base dei principi e dei valori in esso esplicitati e condivisi (democraticità, parità tra i soci, trasparenza gestionale, valorizzazione delle persone, imprenditorialità diffusa, impegno al miglioramento continuo, reciprocità sociale), la Cooperativa ha mantenuto imprescindibile il presupposto fondante la propria ragione sociale e la propria missione: promuovere il benessere generale della Comunità (art.1 L381/91) attraverso:

- Il radicamento nel proprio territorio;
- Il reinvestimento delle proprie risorse nel e per il territorio di appartenenza;
- La specializzazione della risposta socio-sanitaria;
- La flessibilità nelle risposte e la capacità di leggere i bisogni anche in fase preventiva, sperimentando soluzioni innovative;
- La sussidiarietà verticale e orizzontale;
- la promozione di una cultura atta a promuovere lo scambio, la reciprocità nella condivisione di un progetto di rete;
- la democraticità, la mutualità e la solidarietà.

In sostanza, essere impresa sociale, significa mettere al centro la persona e promuoverne il valore assoluto, imprescindibile per poter raggiungere gli obiettivi che sostanziano il concetto di "buona qualità di vita", al di là dei limiti posti dalla condizione di fragilità (sia essa temporanea o permanente).
L'attenzione posta alla persona viene ricercata anche e soprattutto nella relazione con i soci (volontari e dipendenti) della Cooperativa, chiamati a condividere la finalità generale, gli obiettivi e i progetti avviati, diventando primi interlocutori e primi testimoni di un percorso di crescita permanente.